Cerca casa, non paghi commissioni!
In vendita In affitto
In venditaIn affitto Ricerca avanzata

Blog immo-neo.com: tutto sul mercato immobiliare

Le notizie e le curiosità più interessanti dal mercato immobiliare. Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato!

Comprare casa con il leasing: di cosa si tratta e quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questa formula



É stato di recente approvato, dalla commissione Bilancio della Camera, un emendamento alla Legge di Stabilità 2016 che fissa le regole e introduce una nuova formula per agevolare l'acquisto di un immobile: il leasing immobiliare.

Funzionamento della formula
L’emendamento chiarisce che con questa formula, la banca o l’intermediario si obbligano ad acquistare o far costruire l’immobile, su scelta e indicazione dell’utilizzatore che pagherà un ‘affitto’ per un periodo di tempo concordato; alla scadenza del contratto l’utilizzatore potrà riscattare la casa ad un prezzo prestabilito. Il corrispettivo, o canone, che l’utilizzatore pagherà all’intermediario terrá conto del prezzo di acquisto o di costruzione e della durata del contratto ed in caso di risoluzione del contratto per colpa dell’utilizzatore, il concedente o intermediario avrà diritto alla restituzione del bene.  Nel caso in cui si dovessere presentare delle difficoltà da parte dell’utilizzatore, come la perdita del lavoro, sarà possibile sospendere il pagamento del canone periodico per una sola volta e per un periodo massimo complessivo non superiore a dodici mesi. La sospensione non comporterà nessuna commissione o ulteriore spesa. L’emendamento permette di ricorrere a questa nuova misura, alternativa al mutuo, per un periodo di 5 anni, ovvero dal 2016 al 2020.

Le agevolazioni
Queste riguardano per il momento solo i giovani sotto i 35 anni e con un reddito annuo fino a 55 mila euro.  Per i giovani che decidono di ricorrere alla locazione finanziari (leasing) in alternativa al mutuo per l'acquisto di una prima casa l’emendamento prevede una detrazione fiscale del 19% fino a un massimo di 8mila euro annui ed inoltre per favorire il riscatto finale dell’immobile, é prevista una detrazione del 19% sulla maxi rata finale per l’acquisto del bene, per un importo non superiore a 20mila euro. Esistono delle agevolazioni anche agli over 35 ma sono dimezzate; la deduzione dovrà quindi essere calcolata su un canone massimo di 4mila euro e su una maxirata finale di 10mila euro.
Sono previste agevolazioni anche sull’imposta di registro sui contratti di leasing stipulati: l’imposta si applica nella misura dell’1,5% per gli atti di trasferimento nei confronti di banche ed intermediari che esercitano attività di locazione finanziaria di abitazioni non “di lusso” e per gli atti relativi alle cessioni, da parte degli utilizzatori, di contratti di locazione finanziaria relativi a immobili “non di lusso”.

Le motivazioni dell'introduzione di questa nuova formula
«L’idea è nata confrontandoci con gli istituti di credito sulla difficoltà a concedere mutui. Abbiamo pensato che questa potesse essere la risposa giusta, una misura che è rivoluzionaria su tre livelli: per il settore immobiliare, per gli acquirenti e per lo Stato – assicura l’on. Raffaello Vignali, tra i firmatari dell’emendamento approvato in Commissione Bilancio alla Camera, che spiega: il mercato immobiliare, tra i più importanti in Italia con la filiera produttiva più lunga in assoluto, può tornare a respirare con ricadute positive sul Pil e sull’occupazione; chi aveva difficoltà ad accedere al mutuo adesso può godere di un nuovo strumento, mentre lo Stato può contare su un’entrata in più, come ammesso anche dalla Ragioneria Generale che prevede + 27 milioni di euro nelle casse pubbliche già nei primi mesi del 2016».«L’idea è nata confrontandoci con gli istituti di credito sulla difficoltà a concedere mutui. Abbiamo pensato che questa potesse essere la risposa giusta, una misura che è rivoluzionaria su tre livelli: per il settore immobiliare, per gli acquirenti e per lo Stato – assicura l’on. Raffaello Vignali, tra i firmatari dell’emendamento approvato in Commissione Bilancio alla Camera, che spiega: il mercato immobiliare, tra i più importanti in Italia con la filiera produttiva più lunga in assoluto, può tornare a respirare con ricadute positive sul Pil e sull’occupazione; chi aveva difficoltà ad accedere al mutuo adesso può godere di un nuovo strumento, mentre lo Stato può contare su un’entrata in più, come ammesso anche dalla Ragioneria Generale che prevede + 27 milioni di euro nelle casse pubbliche già nei primi mesi del 2016».
Sul perché agevolare l'utilizzo di questo strumento solo per gli under 35 con reddito inferiore ai 55mila euro l'Onorevole inteviene cosí: «Limitazioni imposte dal mercato, in quanto è questa la categoria che ha maggiore difficoltà  ad accedere ai mutui – chiarisce Vignali, che promette: Se il 2016 confermerà il trend positivo che ci aspettiamo, estenderemo i destinatari, rendendo il leasing immobiliare per persone fisiche disponibile per tutti, essendo questo un’alternativa vera e propria al mutuo che consente di acquistare casa senza contrarre un debito con la banca aprendo, di conseguenza, il mercato a una maggiore concorrenza».

Quali possono essere gli aspetti negativi di questa formula?
Con il leasing immobiliare il problema di anticipare fin da subito una serie di spese per l'acquisto di un'immobile che solitamente sono da sostenere con un mutuo viene momenntaneamente risolto, diciamo momentaneamente perché il problema viene semplicemente rimandato alla fine; infatti con la formula del leasing é prevista una maxi rata finale per riscattare il bene. Inoltre anche i costi dell'atto di compravendita saranno maggiori in quanto gli atti di leasing sono in genere piú cari.
Essendo una novitá nel panorama residenziale bisognerá prestare attenzione a quali saranno i tassi di interesse applicati e le durate che saranno prospettate. Infatti di norma i tassi di interesse applicati sui mutui sono inferiori a quelli del leasing e quindi c'é il rischio che la formula convenga di piú alla societá di leasing (che quasi sempre é costola di una banca) e  non al soggetto finanziato.

Insomma quindi é bene che si introducano nuove formule che possano agevolare la ripresa del mercato come quella di comprare casa in leasing ma é molto importante che l'acquirente faccia molta attenzione nella scelta e valuti tutti gli aspetti.

05/01/2016     immo-neo.com     Le guide immo-neo.com
    Ritorna al blog immo-neo.com
Categorie
News
156 
Hanno venduto con noi
70 
Le guide immo-neo.com
140 
Curiositá
134 
Parlano di noi
58 
Il mondo immo-neo.com
78 

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere le ultime novità di immo-neo.com!

Articoli piú letti

Comprare casa al mare, dove conviene di più investire?

L’estate 2020 sarà sicuramente diversa da tu(...) - 28/07/2020

Perchè l'acquirente non paga? Ecco i nostri 3 buoni motivi!

Ti chiederai come mai abbiamo scelto di non applicare cos(...) - 13/05/2020

immo-neo, agenzia o fai da te?

Se ti trovi su questa pagina è perchè vuoi (...) - 09/05/2020

Come vendere al miglior prezzo?

Se sei arrivato su questa pagina è perchè v(...) - 12/05/2020

  • 360 gradi
    13056885
    Visite virtuali
    effettuate dagli acquirenti
  • euros
    26038329
    Euro risparmiati
    dai nostri clienti*
  • sign up
    79558
    Utenti registrati
    al servizio
  • champagne
    1209
    Vendite concluse
    da nostri clienti

AL tuo fianco
per vendere casa

Ti aiutiamo ad ottenere il massimo valore
dalla vendita della tua casa!

welcome pack
Parlano di noi...